fbpx
Registrazione

Quattro chef, otto mani: successo di Euro-Toques Experience

Quattro chef, otto mani: successo di Euro-Toques Experience

(di Redazione) Una serata all’insegna della passione, competenza e professionalità  di quattro chef che si  sono incontrati  in nome del gusto per raccontare la stessa storia d’amore: l’Euro-Toques Experience, la cena a otto mani realizzata  lo scorso 21 novembre presso il ristorante ristorante Grecale Kajiki  di Messina.

L’occasione è stata  l’ingresso nell’associazione di cuochi, Euro-Toques, fondata da Gualtiero Marchesi, degli chef Paolo Romeo e Fabio Armanno. Ai fornelli anche lo chef, già componente, Pasquale Caliri e  il delegato per la Sicilia Giovanni Porretto. A  supportarli Natale Di Maria.
I protagonisti si sono alternati nella preparazione dei piatti nella sala del Grecale, di cui  Romeo è executive chef. Tutti i piatti  hanno esaltato le materie prime, seppur  impreziosite dall’esplorazione di nuove combinazioni di gusto.
La prestigiosa Associazione di cuochi presieduta da Enrico Derflingher – che annovera tra i suoi iscritti Heinz Beck, Massimo Bottura, Enrico Crippa, Niko Romito, Ciccio Sultano, – ha tra i suoi obiettivi quello di valorizzare le materie prime del territorio, i piccoli produttori e il loro legame con la terra. I piatti degli chef sono stati abbinati  da Irene Taormina, Wine Ambassador Sicilia,  ai vini dell’azienda vitivinicola Duca di Salaparuta.
Ad aprire le danze piccole entrée realizzate dallo chef Paolo Romeo: “Gelatina all’arancia con maionese all’acciuga e nocciole dolci salate;  tartare di fassona con zucca rossa e mandorle tostate; pasta reale con tuorlo d’uovo dal cuore morbido e bacon; Tartare di tonno con caprino al limone, frutto della passione, soia al sesamo; sandwich con hamburger di gambero e cavolo cappuccio con soia; ostrica al vapore con cioccolato ai lamponi”. La new entry ha deliziato i commensali con i due antipasti: “Orata, puttanesca di gambero rosso di Mazara e gelato al pane di tumminia” e “Panella liquida e croccante di pescato del giorno”. In abbinamento Duca Brut, prodotto con metodo Martinotti-Charmat, da uve Grecanico e Chardonnay.

EuroToques

A seguire, il primo piatto porta la firma del delegato regionale, lo chef Giovanni Porretto “Riso con vongole, polvere di cappero, prezzemolo, insalatina di mare e limone candito” abbinato a Colomba Platino, storico vino delle cantine Duca di Salaparuta prodotto nella tenuta di Risignolo. Il riso è cotto con sola acqua di mare. Il gusto è armonico, leggero, genuino.

Il secondo piatto, realizzato da Fabio Armanno (che lavora nella brigata del Ristorante Timeo di Taormina), è un “Cubo di ricciola con olive e timo su spuma di patate, borragine e pomodoro confit” abbinato al Kados, uno dei vini più versatili dell’azienda vitivinicola, anch’esso prodotto nella tenuta di Risignolo.

Il pre-dessert a cura di Paolo Romeo “Sorbetto all’arancia e chinotto aromatizzato al ginger” anticipa la dolce creazione di Pasquale Caliri, chef del Marina del Nettuno di Messina. “Namelaka al cioccolato bianco, streusel alle mandorle e lamponi” incanta, rapisce, avvolge. Dessert serviti con il vino da dessert Florio Morsi di luce,  prodotto con uve Zibibbo coltivate sull’isola di Pantelleria.

Condividi questo post


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie e della normativa privacy da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi