fbpx

La cuccìa, il “dessert” di Santa Lucia firmato da Mario Puccio

La cuccìa, il “dessert” di Santa Lucia firmato da Mario Puccio

Non è un segreto che, nel giorno di  Santa Lucia, tanto caro ai palermitani, accanto alle dorate (e frittissime) arancine, panelle (di cui esiste anche una azzardata  quanto discutibile versione dolce ) e crocchè, esista un dolce che proprio non potete fare a meno di assaggiare, ovvero la cuccìa.

La leggenda narra che durante la carestìa, i palermitani per sfamarsi, bollirono  in fretta il grano senza molirlo e lo condirono solo con un filo d’olio. Nacque così la base di quel dolce morbido e cremoso noto oggi con il nome di cuccìa. Da allora a Palermo ogni anno i devoti ricordano solennemente l’avvenimento astenendosi durante tutto il giorno dal mangiare derivati della farina come pasta e pane. Preferendo a questi riso, arancine, panelle, crocchè e cuccìa.
Ovviamente la cuccìa che in questo giorno adorna con i suoi chicchi preziosi tutte le vetrine delle pasticcerie e profuma le case di tutti i palermitani, è  molto più ricca di quella che ristorò i nostri antenati affamati. Nella sua versione classica, infatti, prevede che il grano, una volta cotto, sia condito con crema di ricotta, cannella, zucchero, canditi e gocce di cioccolato. Esistono poi altre versioni della cuccìa di cui una è con latte e cacao, un’altra con crema di cioccolato oppure, soprattutto in alcuni paesi della provincia, con il vino cotto ottenuto dalla bollitura di vino e zucchero fino ad ottenere un composto dalla consistenza cremosa.
Delle tante versioni e ricette della cuccìa esistenti (una almeno per famiglia) noi vi proponiamo quella gentilmente fornitaci dal Maestro Pasticciere Mario Puccio membro del Culinary Team di Palermo e dell’ Associazione Provinciale Cuochi e Pasticceri di Palermo.

 

Cuccìa

cuccìaIngredienti ( per 6 porzioni)
grano, 400 g
ricotta, 700 g
zucchero, 260 g
cannella 2 g
zuccata 50 g
scorza d’arancia candita, 50 g
cioccolato fondente goccine 100 g
sale 1 g
granella di pistacchi 20 g

 

 

Cuocere il grano in acqua leggermente salata per circa due ore. Scolarlo bene e lasciarlo raffreddare.
Per preparare la crema di ricotta lavorare bene la ricotta con lo zucchero, lasciare riposare e successivamente passarla a setaccio. Unire poi la scorza d’arancia tagliata a dadini, la zuccata, il cioccolato in gocce e la cannella.
Condire il grano con la crema di ricotta, mescolando bene in modo che il tutto sia ben amalgamato.
Sistemare la cuccia dolce in piatto e guarnire a piacere con cioccolato e cannella.
N.B.Per accorciare i tempi di preparazione si può usare un grano precotto, che permette di saltare il periodo dell’ammollo e di ridurre il tempo di cottura

M.Z.

Condividi questo post


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie e della normativa privacy da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi