fbpx
Registrazione

Redazionali

Ciccio Sultano

Ciccio Sultano tra i 100 Best Chefs in the World 2020

Tra i 100 Best Chef in the World 2020, classifica promossa dalla rivista francese Chef Magazine, Ciccio Sultano è uno dei sette cuochi italiani tra i cento selezionati. Insieme a lui si annoverano compagnia di Nadia Santini, Enrico Crippa, Massimiliano Alajmo, Stefano Baiocco, Norbert Niederkofler, Fabio Pisani e Alessandro Negrini Nel panorama dei grandi chef, Ciccio Sultano merita una menzione speciale perché oggi il suo tempio, Il Duomo, è diventato il più ricercato tra i ristoranti stellati di Sicilia insieme all'altro suo locale, I Banchi di Ragusa Ibla. Chef stellato di fama mondiale, la sua storia è partita da una pasticceria-tavola calda di Vittoria, la Sweet, è qui che Ciccio Sultano ha imparato a preparare i suoi manicaretti: il cannolo, gli arancini, il panettone ma non solo dolci...si è infatti poi specializzato in ogni tipo di pietanza. Da sempre è legato alla sua terra, Ragusa, la città dove ha scelto di rimanere e dove ha costruito un piccolo impero fatto di passione e di gusto. "Dare vita a un piatto è come improvvisare nel jazz: puoi rifarlo mille volte e ogni volta è diverso, perché rispecchia sempre le emozioni di quel momento". ExpoCook si complimenta con lo chef Ciccio Sultano per questo ulteriore riconoscimento internazionale ottenuto. Maggiori informazioni su Chef Ciccio Sultano presso http://www.cicciosultano.it

Guida Michelin 2020: i ristoranti che perdono stelle

Rivelazione della 65° edizione della Guida Michelin "Rossa" è Enrico Bartolini, premiato per i suoi ristoranti al Mudec di Milano e a Venezia. Il ristorante Casa Vissani di Baschi (Terni) dello Chef Gianfranco Vissani invece perde due stelle e lo chef umbro critica duramente gli ispettori Michelin
Carlo Cracco non recupera la seconda stella persa nell'edizione 2018 con il suo ristorante in Galleria Vittorio Emanuele II a Milano.  Antonino Cannavacciuolo mantiene le due stelle assegnate l'anno scorso al suo ristorante a Villa Crespi di Orta San Giulio (Novara), come anche la stella conferita al Cafè Bistrot Cannavacciuolo a Novara e al Cannavacciuolo Bistrot a Torino. Gennaro Esposito invece ottiene ben tre riconoscimenti: la Guida non solo ha confermato le due stelle Michelin per il suo ristorante Torre del Saracino a Vico Equense, ma ha anche assegnato una stella al suo IT Milano.  Infine, lo chef partenopeo ha ottenuto l'importate Premio "Mentor Chef" elevandosi a mentore per i nuovi giovani che aspirano a diventare chef. Se a Firenze, la Chef Karime López di Gucci Osteria festeggia, Winter garden by Caino a Firenze dove troviamo lo chef Gentian Shehi, come anche Poggio Rosso a Castelnuovo Berardenga (Siena) con lo chef Juan Camilo Quintero, perdono la stella. È stata tolta la stella anche al Pomiroeu di Giancarlo Morelli a Seregno (Mi), che però rimane menzionato con il "Piatto" per i prodotti di qualità e l'abilità stessa dello chef e per l'interessante lista di vini che il ristorante propone. Ad uscire dal firmamento Michelin, sono anche I due buoi ad Alessandria: lo staff ha subito promesso che si impegnerà per riconquistare la stella persa. Non brilla più nemmeno il San Marco a Canelli (Asti) e perdono la stella anche La Locanda del notaio a Pellio Intelvi (Como), la Locanda Stella D'oro a Soragna (Parma) e Terra a Sarentino (Bolzano). Se l'Abruzzo presenzia nell'Olimpo della Guida con lo Chef Niko Romito, Il Cafè Les Paillotes a Pescara perde una stella. In Campania perdono la stella ben tre ristoranti: il Relais blu a Massa Lubrense (Napoli), Il Mosaico a Ischia, Il Vairo del volturno a Vairano Patenora (Caserta) e La Sponda a Positano.
Fonte: Ristorazione Italiana Magazine

Guida Michelin 2020: i migliori ristoranti e il trionfo di Enrico Bartolini

La 65° edizione della Guida Michelin Italia conferma l'Italia come il secondo Paese più stellato al mondo. I criteri utilizzati per la premiazione dei piatti: qualità, tecnica, personalità dello chef. L'edizione della guida Michelin "Rossa" è approdata il 06 novembre a Piacenza per la prima volta. Ad essere premiate sono state le eccellenze italiane connubio tra tradizioni radicate nel territorio e innovazione: sale a 374 la quota dei ristoranti stellati in Italia, con ben 30 new entry e 11 ristoranti tristellati. Una delle notizie di questa edizione è la terza stella Michelin data ad Enrico Bartolini per il suo ristorante all'interno del Mudec a Milano, sancendo il ritorno di un ristorante tristellato dopo 25 anni nella città. La Lombardia si afferma come la regione più stellata con 62 ristoranti, seguita dal Piemonte con 46 ristoranti. Al terzo posto, troviamo la Campania con 44 ristoranti, a seguire la Toscana con un totale di 40 ristoranti, mentre al quinto posto si afferma il Veneto con quota 37. Ma tra le province, Napoli continua ad assicurarsi la vetta con ben 26 ristoranti (6 due stelle e 20 una stella), mentre Milano si trova in terza posizione con quota 20. Roma è in seconda posizione con 24 e la seguono Bolzano con 19 in quarta posizione e poi Cuneo con 18. Bartolini porta dunque Milano nell'Olimpo della ristorazione italiana, con i suoi 6 ristoranti stellati è infatti lo chef più stellato d'Italia: il Casual Ristorante di Bergamo Città Alta, La Trattoria Enrico Bartolini, all'Andana Resort di Castiglione della Pescaia (GR) e la Locanda del Sant'Uffizio, Relais del Sant'Uffizio, Cioccaro di Penango (AT). A questi, si aggiunge non solo il Mudec ma anche le due stelle Michelin assegnate in questa edizione al Glam by Enrico Bartolini (con lo chef Donato Ascani) a Venezia.   In occasione dell'edizione Guida Michelin Italia 2020 sono stati conferiti altri quattro premi speciali: – Il primo Premio, "Passion for wine" del Consorzio Brunello di Montalcino assegnato allo stellato Rino Billia di Le Petit Restaurant, a Cogne. – Il Premio Mentor Chef Michelin 2020 by Eberhard conferito a Gennaro Esposito per il suo Ristorante Torre del Saracino a Vico Equense; – Il Premio Giovane Chef Michelin2020 sponsored by Lavazza conferito a Davide Puleio del Ristorante L'Alchimia a Milano. – Servizio di Sala Michelin2020 by Coppini consegnato a Sara Orlando Ristorante Locanda di Orta ad Orta San Giulio. Infine, da menzionare, è il premio chef Donna ottenuto da Martina Caruso, mentre tra le notizie amare, c'è da segnalare che ben 13 locali non confermano la loro unica stella.
La lista dei ristoranti stellati in Italia suddivisi per regione.
  VALLE D'AOSTA Una stella • Le Petit Restaurant, Cogne (AO) • Petit Royal, Courmayeur (AO) – nuova stella Michelin 2020 LIGURIA Una stella • The Cook, Genova (GE) • Paolo e Barbara, San Remo (IM) • Sarri, Imperia / Porto Maurizio (IM) • Claudio, Bergeggi (SV) • Mauro Ricciardi alla Locanda dell'Angelo, Ameglia (SV) • Il Vescovado, Noli (SV) PIEMONTE Tre stelle • Piazza Duomo, Alba (CN) Due stelle • Antica Corona Reale, Cervere (CN) • La Madernassa, Guarene (CN) – nuova seconda stella Michelin 2020 • Villa Crespi, Orta San Giulio (NO) • Piccolo Lago, Verbania / Fondotoce (VB) Una stella • I Caffi, Località Prov. Stelle Locale Acqui Terme (AL) • La Fermata, Alessandria / Spinetta Marengo (AL) • Il Cascinale Nuovo, Isola d'Asti (AT) • Locanda del Sant'Uffizio Enrico Bartolini, Penango / Cioccaro (AT) • Ca' Vittoria, Tigliole (AT) • Il Patio, Pollone BI • Larossa, Alba (CN) • Locanda del Pilone, Alba (CN) • Damiano Nigro, Benevello (CN) • All'Enoteca, Canale (CN) • Da Francesco, Cherasco (CN) • Marc Lanteri Al Castello, Grinzane Cavour (CN) • 21.9, Piobesi d'Alba (CN) • Il Centro*, Priocca (CN) • Il Ristorante di Guido da Costigliole, Santo Stefano Belbo (CN) • La Rei, Serralunga d'Alba (CN) • Guido, Serralunga d'Alba / Fontanafredda CN • La Ciau del Tornavento, Treiso (CN) • Massimo Camia, La Morra (CN) • Osteria dell'Arborina, La Morra / Annunziata (CN) • Fre, Monforte d'Alba (CN) – nuova stella Michelin 2020 • Tantris, Novara (NO) • Cannavacciuolo Cafè & Bistrot, Novara (NO) • Locanda di Orta, Orta San Giulio (NO) • Al Sorriso, Soriso (NO) • Gardenia, Caluso (TO) • Zappatori, Pinerolo (TO) • Combal.zero, Rivoli (TO) La Credenza, San Maurizio Canavese (TO) • Cannavacciuolo Bistrot, Torino (TO) • Carignano, Torino (TO) Casa Vicina-Eataly Lingotto, Torino (TO) • Condividere, Torino (TO) – nuova stella Michelin 2020 • Del Cambio, Torino (TO) • Magorabin, Torino (TO) • Spazio 7, Torino (TO) • Vintage 1997, Torino (TO) • Dolce Stil Novo alla Reggia, Venaria Reale (TO) • Atelier, Domodossola (VB) – nuova stella Michelin 2020 • Il Portale, Verbania / Pallanza (VB) • Cinzia da Christian e Manuel, Vercelli (VC) LOMBARDIA Tre stelle • Enrico Bartolini al Mudec, Milano (MI) – nuova terza stella Michelin 2020 • Da Vittorio***, Brusaporto (BG) • Dal Pescatore***, Canneto sull'Oglio / Runate (MN) Due stelle • Miramonti l'Altro, Concesio (BS) • Il Luogo di Aimo e Nadia**, Milano (MI) • Seta by Antonio Guida**, Milano (MI) • Vun Andrea Aprea**, Milano (MI) Una stella • Frosio, Almè (BG) • Il Saraceno, Cavernago (BG) • Casual, Bergamo (BG) • Impronte, Bergamo (BG) – nuova stella Michelin 2020 • Umberto De Martino, San Paolo d'Argon (BG) • LoRo, Trescore Balneario (BG) • San Martino, Treviglio (BG) • Osteria della Brughiera, Villa d'Almè (BG) • Al Gambero, Brughiera Calvisano (BS) • Due Colombe, Corte Franca / Borgonato (BS) • Da Nadia, Esplanade Erbusco (BS) • Lido 84, Gardone Riviera / Fasano (BS) • Villa Feltrinelli, Gargnano (BS) • Villa Giulia, Gargnano (BS) • La Tortuga, Gargnano (BS) • Capriccio, Manerba del Garda (BS) • Sedicesimo Secolo, Orzinuovi (BS) • Leon d'Oro, Pralboino (BS) • La Rucola 2.0, Sirmione (BS) • Il Cantuccio Bellagio, Albavilla (CO) • L~ARIA, Mistral Blevio (CO) – nuova stella Michelin 2020 • Da Candida, Campione d'Italia (CO) • Materia, Cernobbio (CO) • I Tigli in Theoria, Como (CO) • Berton Al Lago, Torno (CO) • Al Porticciolo 84, Lecco (LC) • Pierino Penati, Viganò (LC) • D'O, Cornaredo / S. Pietro all'Olmo (MI) • L'Alchimia, Milano (MI) – nuova stella Michelin 2020 • Berton, Milano (MI) • Contraste, Milano (MI) • Cracco, Milano (MI) • Felix Lo Basso, Milano (MI) • Innocenti Evasioni, Milano (MI) • IT Milano, Milano (MI) – nuova stella Michelin 2020 • Iyo, Milano (MI) • Joia, Milano (MI) • Lume by Luigi Taglienti, Milano (MI) • Ristorante Trussardi alla Scala, Milano (MI) • Sadler, Milano (MI) • Tano Passami l'Olio, Milano (MI) • Tokuyoshi, Milano (MI) • Viva Viviana Varese, Milano (MI) • Ambasciata, Quistello (MN) • Locanda Vecchia Pavia "Al Mulino", Certosa di Pavia (PV) • Villa Naj, Stradella (PV) – nuova stella Michelin 2020 • I Castagni, Vigevano (PV) • Il Cantinone e Sport Hotel Alpina , Madesimo (SO) • La Présef, Mantello (SO) • Lanterna Verde, Chiavenna (SO) • Acquerello, Fagnano Olona (VA) • La Tavola, Laveno-Mombello (VA) • Ma.Ri.Na., Olgiate Olona (VA) VENETO Tre stelle • Le Calandre, Rubano (PD) Due stelle • Antica Osteria Cera, Campagna Lupia / Lughetto (VE) • Glam Enrico Bartolini, Venezia (VE) – nuova seconda stella Michelin 2020 • La Peca, Lonigo (VI) • Casa Perbellini, Verona (VR) Una stella • Tivoli, Cortina d'Ampezzo (BL) • Dolada, Pieve d'Alpago (BL) • Locanda San Lorenzo, Puos d'Alpago (BL) • Al Capriolo, Vodo Cadore (BL) • Storie d'Amore, Borgoricco (PD) – nuova stella Michelin 2020 • Lazzaro 1915, Pontelongo (PD) • La Montecchia, Selvazzano Dentro (PD) • Feva, Castelfranco Veneto (TV) • La Corte, Follina (TV) • Gellius, Oderzo (TV) • Undicesimo Vineria, Treviso (TV) • San Martino, Scorzé (VE) • Oro Restaurant, Venezia (VE) • Osteria da Fiore, Venezia (VE) • Quadri, Venezia (VE) • Il Ridotto, Venezia (VE) • Venissa, Venezia / Burano (VE) • Casin del Gamba, Altissimo (VI) • Damini Macelleria & Affini, Arzignano (VI) • Stube Gourmet, Asiago (VI) • La Tana Gourmet, Asiago (VI) • Aqua Crua, Barbarano Vicentino (VI) •Spinechile, Schio (VI) • El Coq, Vicenza (VI) • La Veranda, Bardolino (VR) • Oseleta, Cavaion Veronese (VR) • Perbellini, Isola Rizza (VR) • Vecchia Malcesine, Malcesine (VR) • Degusto Cuisine, San Bonifacio (VR) • 12 Apostoli, Verona (VR) • Il Desco, Verona (VR) • Osteria La Fontanina, Verona (VR) TRENTINO ALTO ADIGE Tre stelle • St. Hubertus, Alta Badia / San Cassiano (BZ) Due stelle • Jasmin, Chiusa (BZ) • Gourmetstube Einhorn, Mules (BZ) • Terra, Sarentino (BZ) Una stella • La Stüa de Michil, Alta Badia / Corvara in Badia (BZ) • Zur Rose, Appiano sulla Strada del Vino / San Michele (BZ) • In Viaggio-Claudio Melis, Bolzano (BZ) • Apostelstube, Bressanone (BZ) – nuova stella Michelin 2020 • Kuppelrain, Castelbello Ciardes (BZ) • Astra, Collepietra (BZ) • Tilia, Dobbiaco (BZ) • Schöneck, Falzes / Molini (BZ) • Sissi, Merano (BZ) • Johannes-Stube, Nova Levante (BZ) • Anna Stuben, Ortisei (BZ) • Zum Löwen, Tesimo (BZ) • Trenkerstube, Tirolo (BZ) • Culinaria in Farmerkreuz, Tirolo (BZ) • El Molin, Cavalese (TN) • Dolomieu, Madonna di Campiglio (TN) • Il Gallo Cedrone, Madonna di Campiglio (TN) • Stube Hermitage, Madonna di Campiglio (TN) • Malga Panna, Moena (TN) • Locanda Margon, Trento / Ravina (TN) • 'L Chimpl, Vigo di Fassa / Tamion (TN) • Alpenroyal Gourmet, Selva di Val Gardena (BZ) FRIULI VENEZIA GIULIA Due stelle • Agli Amici, Udine / Godia (UD) Una stella • Trattoria Al Cacciatore-della Subida, Cormons (GO) • L'Argine a Vencò, Dolegna del Collio / Vencò (GO) • La Primula* San Quirino (PN) • Harry's Piccolo, Trieste (TS) • La Taverna, Colloredeo di Monte Albano (UD) • Al Ferarùt, Rivignano (UD) • Osteria Altran, Ruda (UD) • Laite, Sappada (UD) EMILIA ROMAGNA Tre stelle • Osteria Francescana, Modena (MO) Due stelle • San Domenico, Imola (BO) • Magnolia, Cesenatico (FC) Una stella • I Portici, Bologna (BO) • Iacobucci, Castel Maggiore (BO) – nuova stella Michelin 2020 • Marconi, Sasso Marconi (BO) • Trattoria da Amerigo, Savigno (BO) • Da Gorini, Bagno di Romagna / San Piero in Bagno (BO) – nuova stella Michelin 2020 • La Buca, Cesenatico (FC) • La Capanna di Eraclio, Codigoro (FE) • La Zanzara, Codigoro (FE) • L'Erba del Re, Modena (MO) • La Palta, Borgonovo Val Tidone (PC) • Nido del Picchio, Carpaneto Piacentino (PC) • Inkiostro, Parma (PR) • Parizzi, Parma (PR) • Antica Corte Pallavicina, Polesine Parmense (PR) • Ca' Matilde, Quattro Castella / Rubbianino (RE) • Arnaldo-Clinica Gastronomica, Rubiera (RE) • Il Piastrino, Pennabilli (RN) • Abocar Due Cucine, Rimini (RN) • Guido, Rimini / Miramare (RN) MARCHE Tre stelle • Uliassi, Senigallia (AN) Due stelle • Madonnina del Pescatore, Senigallia / Marzocca (AN) Una stella • Andreina, Loreto (AN) • Nostrano, Pesaro (PU)   TOSCANA Tre stelle • Enoteca Pinchiorri, Firenze (FI) Due stelle • Bracali, Massa Marittima / Ghirlanda (GR) • Caino, Montemerano (GR) • Il Piccolo Principe, Viareggio (LU) • Arnolfo, Colle di Val d'Elsa (SI) Una stella • Il Falconiere, Cortona / San Martino (AR) • Borgo San Jacopo, Firenze (FI) • La Bottega del Buon Caffè, Firenze (FI) • Gucci Osteria da Massimo Bottura, Firenze (FI) – nuova stella Michelin 2020 • La Leggenda dei Frati, Firenze (FI) • Ora D'Aria, Firenze (FI) • Il Palagio, Firenze (FI) • Santa Elisabetta, Firenze (FI) – nuova stella Michelin 2020 • La Tenda Rossa, San Casciano in Val di Pesa / Cerbaia (FI) • Virtuoso-Tenuta le Tre Virtù, Scarperia / Lucigliano (FI) – nuova stella Michelin 2020 • La Torre, Tavarnelle Val di Pesa (FI) • Osteria di Passignano, Tavarnelle Val di Pesa / Badia a Passignano (FI) • La Trattoria Enrico Bartolini, Castiglione della Pescaia / Badiola (GR) • Silene, Seggiano (GR) • La Pineta, Marina Di Bibbona (LI) • Bistrot, Forte dei Marmi (LU) • Lorenzo, Forte dei Marmi (LU) • Lux Lucis, Forte dei Marmi (LU) • La Magnolia, Forte dei Marmi (LU) • Il Parco di Villa Grey, Forte dei Marmi (LU) – nuova stella Michelin 2020 • Giglio, Lucca (LU) • Butterfly, Lucca / Marlia (LU) • Lunasia, Viareggio (LU) – nuova stella Michelin 2020 • Atman a Villa Rospigliosi, Lamporecchio (PT) • L'Asinello, Castelnuovo Berardenga (SI) – nuova stella Michelin 2020 • La Bottega del 30, Castelnuovo Berardenga (SI) • Osteria Perillà, Castiglione d'Orcia / Rocca d'Orcia (SI) • Meo Modo, Chiusdino (SI) • I Salotti, Chiusi (SI) •Il Pievano, Gaiole in Chianti (SI) • Ristorante Castello di Fighine, San Casciano dei Bagni / Fighine (SI) • Cum Quibus, San Gimignano (SI) • Ristorante al 43, San Gimignano / Lucignano (SI) • Romano, Viareggio (LU) UMBRIA Una stella • Vespasia, Norcia (PG) • Vissani, Baschi (TR) LAZIO Tre stellee • La Pergola, Roma (RM) Due stelle • La Trota, Rivodutri (RI) • Il Pagliaccio, Roma (RM) Una stella • Colline Ciociare, Acuto (FR) • Acqua Pazza, Ponza (Isola, LT) • Il Tino, Fiumicino (RM) • Pascucci al Porticciolo, Fiumicino (RM) • Aminta Resort, Genazzano (RM) • Antonello Colonna Labico, Labico (RM) • Acquolina, Roma (RM) • All'Oro, Roma (RM) • Aroma, Roma (RM) • Assaje, Roma (RM) • Bistrot 64, Roma (RM) • Il Convivio-Troiani, Roma (RM) • Idylio by Apreda, Roma (RM) – nuova stella Michelin 2020 • Marco Martini Restaurant, Roma (RM) • Enoteca al Parlamento Achilli, Roma (RM) • Enoteca la Torre, Roma (RM) • Glass Hostaria, Roma (RM) • Imàgo, Roma (RM) • Metamorfosi, Roma (RM) • Moma, Roma (RM) • Per Me Giulio Terrinoni, Roma (RM) • Pipero Roma, Roma (RM) • La Terrazza, Roma (RM) • Tordomatto, Roma (RM) • La Parolina, Acquapendente / Trevinano (VT) • Danilo Ciavattini, Viterbo (VT) • Casa Iozzìa, Vitorchiano (VT) CAMPANIA Due stelle • Taverna Estia, Brusciano (NA) • L'Olivo, Capri (Isola) / Anacapri (NA) • Daní maison, Ischia (Isola) / Ischia (NA) • Quattro Passi, Massa Lubrense / Nerano (NA) • Taverna del Capitano, Massa Lubrense / Nerano (NA) • Don Alfonso 1890, Sant'Agata sui Due Golfi (NA) • Torre del Saracino, Vico Equense / Marina Equa (NA) Una stella • Oasis-Sapori Antichi, Vallesaccarda (AV) • Krèsios, Telese Terme (BN) • La Locanda del Borgo, Telese Terme (BN) • Le Colonne, Caserta (CE) • Caracol, Bacoli (NA) • Il Riccio, Capri (Isola) / Anacapri (NA) • Mammà, Capri (Isola) / Capri (NA) • Le Monzù, Capri (Isola) / Capri (NA) – nuova stella Michelin 2020 • Piazzetta Milù, Castellammare di Stabia (NA) • La Tuga, Ischia (Isola) / Sant'Angelo (NA) – nuova stella Michelin 2020 • Indaco, Ischia (Isola) / Lacco Ameno (NA) • Il Comandante, Napoli (NA) • George Restaurant, Napoli (NA) – nuova stella Michelin 2020 • Palazzo Petrucci, Napoli (NA) • Veritas, Napoli (NA) • President, Pompei (NA) • Sud, Quarto (NA) • Il Buco, Sorrento (NA) • Terrazza Bosquet, Sorrento (NA) • José Restaurant – Tenuta Villa Guerra, Torre del Greco (NA) – nuova stella Michelin 2020 • Antica Osteria Nonna Rosa, Vico Equense (NA) • Maxi, Vico Equense (NA) • Il Glicine, Almalfi (SA) – nuova stella Michelin 2020 • La Caravella dal 1959, Almalfi (SA) • Locanda Severino, Caggiano (SA) • Il Refettorio, Conca dei Marini (SA) • Il Papavero, Eboli (SA) • Il Faro di Capo d'Orso, Maiori (SA) • Casa del Nonno 13, Mercato San Severino (SA) • Le Trabe, Paestum (SA) • Osteria Arbustico, Paestum / Capaccio (SA) • La Serra, Positano (SA) • Zass, Positano (SA) • il Flauto di Pan, Ravello (SA) – nuova stella Michelin 2020 • Rossellinis, Ravello (SA) • Re Maurì, Salerno (SA) • Don Geppi, Sant'Agnello (NA) ABRUZZO Tre stelle •Reale, Castel di Sangro (AQ) Una stella • Magione Papale, L'Aquila (AQ) • Villa Maiella, Guardiagrele (CH) • Al Metrò, San Salvo / San Salvo Marina (CH) • La Bandiera, Civitella Casanova (PE) • D. One Restaurant, Roseto degli Abruzzi / Montepagano (TE) PUGLIA Una stella • Pashà, Conversano (BA) • Angelo Sabatelli. Putignano (BA) • Già Sotto l'Arco, Carovigno (BR) • Antonella Ricci-Vinod Sookar, Ceglie Messapica (BR) • Cielo, Ostuni (BR) • Due Camini, Savelletri (BR) • Bacco, Barletta (BT) • Memorie di Felix Lo Basso, Trani (BT) – nuova stella Michelin 2020 • Quintessenza, Trani (BT) • Bros', Lecce (LE) • Casamatta, Manduria (TA) – nuova stella Michelin 2020 • Umami, Andria (BT) – chiusura comunicata dopo la chiusura della guida BASILICATA Una stella • Vitantonio Lombardo, Matera (MT) CALABRIA Una stella • Abbruzzino, Catanzaro (CZ) • Pietramare Natural Food, Isola di Capo Rizzuto / Praialonga (KR) • Dattilo, Strongoli (KR) • Gambero Rosso, Marina di Gioiosa Jonica (RC) • Qafiz, Santa Cristina d'Aspromonte (RC)   SICILIA Due stelle • La Madia, Licata (AG) • Duomo, Ragusa (RG) Una stella • Coria, Caltagirone (CT) • Sapio, Catania (CT) • Shalai, Linguaglossa (CT) • Zash, Riposto / Archi (CT) – nuova stella Michelin 2020 • Signum, Eolie / Salina (ME) • Il Cappero, Eolie / Vulcano (ME) • La Capinera, Taormina / Lido di Spisone (ME) • St. George by Heinz Beck, Taormina (ME) • Otto Geleng, Taormina (ME) – nuova stella Michelin 2020 • I Pupi, Bagheria (PA) • Bye Bye Blues, Palermo / Mondello (PA) • Il Bavaglino, Terrasini (PA) • Accursio, Modica (RG) • Locanda Don Serafino, Ragusa (RG) • La Fenice, Ragusa (RG) SARDEGNA Una stella •Dal Corsaro, Cagliari (CA) •ConFusion, Arzachena / Porto Cervo (OT) SAN MARINO Una stella • Righi la Taverna, San Marino (SMR)
  Fonte: Ristorazione Italiana Magazine

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie e della normativa privacy da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi